giovedì 12 febbraio 2015

Fotografi che posano con il loro scatto più famoso


Se non siete un appassionato di fotografia, probabilmente non avete idea di che aspetto hanno oggi gli autori di alcune delle foto più famose del mondo. Ci ha pensato il fotografo statunitense Tim Mantoani, colmando questo vuoto  con il suo epico "Behind Photographs".

Tutto è iniziato nel 2006, quando Mantoani affittato una macchina fotografica 20×24 Polaroid (una rarità straordinaria) per scattare ritratti di Jim Marshall e Michael Zagaris. Da allora, ha fotografato più di 150 altri fotografi e le foto che li hanno resi famosi. Le loro foto sono state viste da milioni di persone, e alcuni scatti sono diventati vere e proprie icone di famosi
personaggi  o di eventi grandi storici. La serie di ritratti è disponibile in forma di libro su Amazon.

La Polaroid 20×24 che Mantoani ha utilizzato è una macchina fotografica istantanea che produce tavole di  50cm x 60cm. La fotocamera pesa 106kg e dispone di un proprio treppiede a ruote.


Steve McCurry – Girl In Afghanistan

Steve McCurry: Peshawar, Pakistan 1984. Ho cercato questa ragazza per 17 anni e finalmente la trovai nel 2002. Il suo nome è Sharbat Gula.


Jeff Widener – Beijing 1989



Jeff Widener – Beijing 1989

Harry Benson – The Beatles

 Harry Benson: Brian Epstein - Manager dei Beatles - aveva appena detto loro che erano al numero uno in America - e io venivo con loro a New York. 1964


Lyle Owerko – 9/11

 Lyle Owerko: Nessuno sapeva che una così bella giornata calda sarebbe servita da sfondo ad uno degli eventi più dolorosi e confusi del cuore dell'uomo. Questa immagine è una piccola parte di un evento così grande che lega i fili di migliaia di storie e di milioni di persone. Le parole scritte non potranno mai trasmettere tutta la portata dell'evento, né riassumere i suoni, gli odori o anche le voci che sono congelate nella mia memoria da quel giorno. Ho fatto il miglior lavoro che ho potuto fotografare in 9/11 in modo che le generazioni future avrebbero avuto l'idea della portata di quanto accaduto, per avere la prova di come l'innocenza può così facilmente essere portato via in attimo, tagliata dal rasoio del tempo. La mia speranza è che nel tempo le ferite e il dolore possano guarire e che la saggezza e la pace prevarranno tra le tenebre di questo evento, in modo che l'umanità possa andare avanti in un tempo di grazia e di comprensione.

 

Marry Ellen Mark – Ringmaster With Elephant

 Marry Ellen Mark: ho in mano la mia fotografia di Ram Prakash Singh e la sua amata elefantessa Shyama - scattata nel 1990. Ram Prakash Singh è stato il direttore del circo di "The Great Golden Circus" - questa fotografia è stata fatta in Ahmedabad, India - Questa era parte del mio Indian Circus Project. Io amo l'India e mi piace il circo, e fotografare diciotto circhi in tutta l'India è stata un'esperienza incredibile. Purtroppo Shyama morì pochi mesi dopo che questa fotografia fu scattata - presumibilmente, mangiando chapatti (pane indiano) avvelenato - Ram Prakash Singh aveva il cuore spezzato - anche io.

 

Thomas Mangelsen – Brown bear

 

Thomas Mangelsen: Orso bruno, Parco Nazionale Cascate Brooks Katmai, in Alaska. Luglio 1988. Pre-visualizzai questa possibilità (di un'immagine del genere) guardando documentari sugli orsi in Katmai e vedendo una fotografia su Alaska Air Magazine di un gruppo di orsi alle cascate. A quel tempo, ero su un volo per Anchorage per lavorare su un film documentario su Sandhill Gru e avevo una settimana di riprese. Telefonai alla sede parco dall'aeroporto di Achorage e chiesi di ottenere un posto per accamparsi. Risposero che erano tutti pieni - ad eccezione di un sito, che era vicino al sentiero degli orsi che nessuno voleva. Dissi loro che l’avrei preso. Trascorsi una settimana su una piccola piattaforma sopra le cascate per cercare di catturare questa immagine. Andavo quasi tutti i giorni prima dell'alba e rimanevo fino a notte. Durante quel periodo girai 35 pellicole, inquadrando  praticamente solo teste + spalle di orsi + salmoni rossi che saltavano le cascate. Sei settimane dopo  aprii la scatola gialla per visualizzare questa immagine. Fu una bella sorpresa. Non sapevo che cosa avevo ripreso.


David Doubilet – Circle Of Barracuda

 David Doubilet: Circle of Barracuda, Nuova Irlanda, Papua Nuova Guinea. Alla scuola di immersione subacquea di  barracuda escono tre volte al giorno ed  erano andati in  mare in un  pomeriggio buio. Gli oceani di tutto il mondo non hanno linee rette; la geometria come un cerchio perfetto è una cosa rara, ma questi barracuda lo fanno per difesa. Il  70% del nostro pianeta è un oceano. È un luogo di infinita bellezza nascosta, dove la luce si comporta in modo molto diverso. Il riscaldamento globale/climatico modifica l'acqua. Le barriere coralline dove ho trascorso la maggior parte della mia vita sono molto minacciate ormai non solo da temperature in aumento, ma dal cambiamento di chimica dell'oceano : questo è il lavoro della mia compagna Jennifer Hayes. È la maggior parte del nostro pianeta. Un mondo senza spigoli che potrebbe finire per la fine del secolo.

 

May Pang – John Lennon

May Pang: Estate 1974 Long Island Sound NY. Un momento di relax con suo figlio Julian. Ho chiamato questa foto "Family Portrait"
 

Neil Leifer – Ali vs. Liston

Neil Leifer: Ali vs. Liston – Maggio 25, 1965, Lewiston, Maine


 Vincent Laforet – Me And My Human

Vincent Laforet: Ho avuto la fortuna di assistere ad alcune cose piuttosto incredibili nella mia relativamente giovane carriera iniziata venti anni fa. Molte erano belle, altre orribili; la maggior parte erano  momenti importanti della storia: ogni evento grande o piccolo è importante. Una delle cose interessanti che ho imparato attraverso la fotografia aerea è che fare un passo indietro (o in questo caso 1.500 piedi) ironicamente spesso costringe lo spettatore a diventare molto più intimo con l'immagine perchè si studiano molto più i dettagli e sono costretti a lasciare prendere il sopravvento alla loro immaginazione. "Io e il mio uomo" Central Park, New York.


Bob Gruen – John Lennon

Bob Gruen: John Lennon mi chiese di andare al suo appartamento sul lato est di New York per scattare foto per la copertina del suo album 'Walls + Bridges'. Dopo  prendemmo una serie di ritratti per la copertina del disco e alcuni scatti informali da utilizzare per la pubblicità. Gli  chiesi se aveva ancora la t-shirt di New York City che gli avevo dato un anno prima e lui se l’andò a mettere, subito dopo facemmo questa foto.

 

 Elliott Erwitt – Two Dogs With Owner

 Elliott Erwitt: L'immagine che ho in mano è stata scattata nel 1974 proprio di fronte alla strada dal mio appartamento in Central Park di New York. Sono passati 38 anni da quell'evento e purtroppo ho perso il conto dei partecipanti.

 

Lori Grinker – Mike Tyson

 Lori Grinker: Mike Tyson - 1980, a 14 anni quando ero una studentessa iniziai un progetto sui giovani pugili. Il leggendario Cus D'Amato mi disse che Mike sarebbe stato il prossimo grande campione dei pesi massimi, aveva ragione - e  continuai con lui per quasi un decennio. Lui era un problema, ma il dolce ragazzo che era cambiò il suo percorso diventando una celebrità.

 

Nick Ut – Napalm Attack In Vietnam

 Nick Ut: 8 Giugno 1972 Trang Bang Village Kim Phuc ragazza di 9 anni del Vietnam del Sud dopo la pioggia di napalm nel suo villaggio.

 

Herman Leonard – Jazz Musicians

 Herman Leonard: E 'stato all'inizio del 1948 al Royal Roost a New York. Una prova di pomeriggio mi ha dato un'opportunità unica per fotografare molti giganti del jazz con il mio fidato 4×5 Speed Graphic. Che grande carriera! Fare quello che ti piace e divertirsi allo stesso tempo!

 

Douglas Kirkland – Marilyn Monroe

 Douglas Kirkland: Questo è presa dalla mia Serata con Marilyn

 

Carl Fischer – Muhammad Ali

 Carl Fischer: Muhammad Ali, New York, 1967

 

Questa spettaclare serie di fotografie  è disponibile come libro su Amazon.

 


 

 

 

 


Nessun commento:

Posta un commento